Persone

I profili dei membri dell'Associazione italiana di studi sanscriti: curriculum vitae, link alle pubblicazioni principali, contatti

Leggi

Convegno e Assemblea dell'AISS 2019

Sono disponibili il SECONDO COMUNICATO e il PROGRAMMA AGGIORNATO (sett. 2019) del Convegno e dell’Assemblea dei Soci dell’AISS, che si svolgeranno a Torino dal 3 al 5 ottobre 2019.

Leggi

News

Una rassegna delle ultime pubblicazioni dei membri dell'AISS, dei call for papers e delle opportunità per lo studio, la ricerca, l'insegnamento in Italia e all'estero

Leggi

Risorse

Software

Traslitterazione del sanscrito. Per digitare agevolmente su una “tastiera fisica” italiana i caratteri con diacritici usati per la traslitterazione del sanscrito, di altre lingue indiane e dell’arabo-persiano si possono usare le seguenti maschere di tastiera:
ITA diacritici (v02_2020; per MacOS 10.4 e successivi): consente di scegliere fra 21 diversi segni diacritici, prodotti mediante l’uso di “dead keys”, e di apporre fino a quattro segni diacritici a un singolo carattere base. La versione v02, rilasciata nel dicembre del 2020, contiene importanti miglioramenti rispetto alla versione precedente (v01_2014).
ITAdia+ (v01_2020; per MacOS 10.4 e successivi): con il blocco maiuscole disattivato, questa tastiera funziona esattamente come la precedente; diversamente, se il blocco maiuscole è attivo, invece dei “normali” caratteri latini maiuscoli sarà possibile scrivere testo traslitterato in maniera estremamente semplice e veloce.
ITAdia (per Windows): consente di generare tutti i caratteri latini con segni diacritici necessari per la traslitterazione del sanscrito, del tamil e dell’arabo-persiano.
I tre software sono gratuiti e di pubblico dominio, e sono accompagnati da istruzioni per l’installazione e l’uso.

Dal link seguente, invece, è possibile scaricare il font Gandhari Unicode, un font basato su Nimbus Roman No. 9 L (molto simile a Times) che possiede tutte le combinazioni di caratteri base con diacritici necessarie per scrivere il sanscrito secondo le convenzioni dello IAST (International Alphabet for Sanskrit Transliteration).

Scrittura Devanāgarī. Per scrivere in devanāgarī con Mac OS è sufficiente attivare il layout di tastiera “Devanagari – QWERTY”. I sistemi operativi Windows non sono provvisti di un software analogo, che è però reperibile in rete:
Chandas IME. Software gratuito; ufficialmente compatibile solo con Windows XP e Vista, in realtà funziona anche con Windows 7 (ma solo a 32-bit)
Devanāgarī-QWERTY (UBC). Software gratuito; ufficialmente compatibile solo con Windows XP e Vista, potrebbe funzionare anche con sistemi operativi successivi
Indic IME. Set di tre diversi software, tutti gratuiti, compatibili con differenti sistemi operativi (da Windows 2000 a Windows 8)
Baraha IME. Software commerciale che consente la digitazione di testo in una decina di diverse scritture indiane (inclusa, ovviamente, la devanāgarī)

News recenti