Esito del concorso per tesi dottorali

È stato pubblicato l'esito del concorso bandito dall’Associazione Italiana di Studi Sanscriti per premiare la miglior tesi dottorale di ambito sanscritico e indologico.

Leggi

News

Una rassegna delle ultime pubblicazioni dei membri dell'AISS, dei call for papers e delle opportunità per lo studio, la ricerca, l'insegnamento in Italia e all'estero

Leggi

Persone

I profili dei membri dell'Associazione italiana di studi sanscriti: curriculum vitae, link alle pubblicazioni principali, contatti

Leggi

Informazioni personali

Pierdominici

David Pierdominici Leão

Dottore di ricerca

Università degli studi di Roma “La Sapienza”

David Pierdominici è Dottore di Ricerca in Civiltà dell’Asia e dell’Africa (XXX ciclo, curriculum sub-continente indiano). Dopo la laurea in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il dottorato presso “Sapienza” Università di Roma, sotto la supervisione del Prof. Raffaele Torella e Prof.ssa Lidia Sudyka (Uniwersytet Jagielloński, Kraków).
La sua tesi di dottorato, dal titolo “The Somavallīyogānandaprahasana of Aruṇagirinātha Ḍiṇḍimakavi”, presenta la prima edizione critica, con traduzione inglese e commentario, di un’opera farsesca composta approssimativamente nel XV secolo a Vijayanagara. Parallelamente alla ricostruzione testuale, condotta su manoscritti del Sud dell’India, la tesi ha altresì affrontato la problematica genealogica della famiglia Ḍiṇḍima, attraverso l’esame di testimonianze epigrafiche, letterarie e orali in sanscrito, telugu e tamil. Posizione di rilievo ha avuto lo studio dell’autore, Aruṇagirinātha, la figura più rappresentativa di questa famiglia, poeta di corte dell’imperatore Devarāya II (1422-1446) e straordinario letterato del XV secolo.
Oltre alla disamina approfondita del genere comico dei prahasana, lo studio dell’opera ha messo in luce le innumerevoli particolarità stilistiche del testo, la sua vena straordinariamente realistica, e il suo carattere teatrale ibrido (con caratteristiche afferenti sia ai prahasana sia ai bhāṇa).
I suoi interessi di ricerca sono, oltre alla letteratura comica, la manoscrittologia e la produzione letteraria in sanscrito del Sud dell’India, in particolare quella di Vijayanagara e di Thanjavur in epoca Nāyaka e Maratha.

Nell’aprile 2018 è risultato vincitore della Jan Gonda Fellowship presso l’International Institute for Asian Studies (IIAS, Leiden, Olanda).

News recenti